venerdì 28 dicembre 2012

In mezzo alla festa

Oggi era in programma una puntata di Timeshifters, il menestrello vostro l'aveva programmata con anticipo, in barba alle feste e tutto il resto, ma ripensandoci ora è meglio toglierla di mezzo, non perché teme che non ci sia pubblico a sufficienza: i tartari sanno apprezzare una buona storia, dopotutto anche loro hanno bisogno di zeppe per il tavolo!
 Dunque il menestrello si è deciso a ritardare l'uscita della sua storia di backup con un post così semplice e con un po' di propaganda blogghistica? No, oggi infatti parliamo di una cosa che per molti versi riguarda una collaborazione che il menestrello ha da un po' di tempo con una rivista, così facciamo pubblicità doppia e magari troviamo qualche zeppa in più per il tavolo dei tartari, chissà!

La rivista in questione si chiama Fralerighe e come dice anche il disclaimer: "che non ha una cadenza regolare e che non costituisce una testata giornalistica vera e propria" si distingue innanzi tutto per la pazienza avuta con il sottoscritto (a dire la verità il menestrello vostro li ha tartassati con mail a centinaia e non si sono mai lamentati!), ma soprattutto per un servizio che il menestrello vostro non ha trovato altrove: ovvero è scritta da emergenti, con lo scopo di promuovere autori e libri ritenuti validi, sia famosi o emergenti. Da aggiungere la possibilità (e questo, confesso, è ciò che ha attirato il menestrello in primis) lo spazio per pubblicare racconti o poesie e soprattutto un buono spunto per concorsi letterari che possono interessare l'appassionato che voglia cimentarsi in simili imprese.
Attualmente sono arrivati al sesto numero, che per qualcosa di gratuito è comunque un bel traguardo, i generi trattati spaziano su molti degli argomenti tra le due edizioni della rivista (Crime e Fantastico, inutile dire dove trovate il menestrello), ma soprattutto la forza è il formato trasportabilissimo sui vostri ebook reader.

Qui si ferma il post, per tutti quelli che si chiedessero come mai il ritardo di mezz'ora, la domanda andrebbe rivolta alla svogliatezza del menestrello che nella più classica delle visioni allegoriche rimane buttata da una parte a prendere polvere, consigliando di lasciar stare la pubblicazione di oggi.

Per quanto riguarda il menestrello, lo troverete buttato li accanto alla svogliatezza fino al due, perché dopo essere stato di turno fino alle 21 della notte di S.Silverstro... beh a voi le conclusioni!


Nessun commento:

Posta un commento