venerdì 17 agosto 2012

Terrore

Oggi non si parla di ambientazioni, specie perché mi manca l'incipit per il prossimo passo, non so come iniziare il discorso e temo che ormai il tormentone delle parrucche biondo Carrà abbia stuccato un po' tutti, me compreso.
Il reale problema è un mostro che tutti gli scrittori incontrano nel loro peregrinare tra le pagine, che miete vittime in qualsiasi modo e che sembra essere decisamente più resistente di qualsiasi altra malattia sperimentata da un uomo che passi le sue nottate a scrivere (oltre alle pallottole d'argento, ovviamente!), per chi avesse ancora qualche dubbio parlo del famoso blocco dello scrittore!

Ora se qualcuno ha resistito alla tentazione di fuggire a gambe levate, posso tranquillizzarvi: il mio blocco non è contagioso, ne rischiate di prendervelo per trasfusione di contenuti, quindi potete linkarmi, ANZI dovete linkarmi, condividermi e pubblicizzarmi...
...tornando al post sul blocco, perché di questo si parla oggi, è essenzialmente blocco di contenuti: non so cosa scrivere su una determinata storia! Non come Dreamer & the Magpie, li siamo dove siamo e (con mio immenso stupore) stiamo andando avanti a gonfie vele, manca qualche ritocco, ma la storia ormai è cominciata e continuerà per i prossimi capitoli, a puntate come sempre.
Il mio blocco non è neanche nel lavoro che sto portando avanti in parallelo a quello attuale: la mia altra ambientazione è praticamente finita e senza spoilerare, si parla di una space opera delle più classiche e scontate, ma a me piacciono tanto!
Allora di cosa mi lagno? Partendo dal presupposto che oggi sto parlando di questo invece di proporvi una storia a 15/25 righe o un nuovo approfondimento sulle ambientazioni, qualcuno dovrebbe esserci già arrivato... no? Ok si parla del romanzo di chiusura del ciclo di Nightchild.
Essì come direbbero molti, proprio di quello che una volta finito mi renderebbe libero di poter scrivere qualcosa di diverso e completamente distinto, persino fantasy. Eppure non riesco ad andare avanti, siamo fermi in un momentum abbastanza facile da scrivere (ricordo a tutti che la trama è già scritta sull'excel di progettazione), i personaggi ci sono tutti e sono talmente carichi da poter far esplodere il case del mio desktop, ma dannazione non vado avanti, sono fermo a una maledetta colazione da preparare e una bambina da portare a scuola, mentre arrivano i cattivi per rivoluzionare di nuovo l'intera storia e fare a pezzi tutto quanto
Per inciso lasciare la mia storia principale in panchina per un po' mi starebbe anche bene, ma fin da quando ho capito di essere diventato "grande", ho voluto darmi delle scadenze: portare avanti la mia passione con la coscienza che ci vuole impegno e costanza mi ha sempre spronato e paradossalmente proprio agli sgoccioli di quelle scadenze sono riuscito a scrivere le cose migliori (almeno a detta dei pochi che mi leggono - Mecenate compreso), peccato che ora io non solo non riesca ad andare avanti, ma non "voglio", non fraintendete: voglio un bene dell'anima a "14 Novembre" e fin'ora non mi ha mai dato tanto piacere scrivere come quando scrivo della sua ambientazione...
...ora però sono bloccato e questo malessere mi sta spingendo a rivedere un po' i miei piani: si perché quando arriverà Febbraio, potrei non aver finito e questo vuol dire non essere riuscito a rispettare la scadenza per la prima volta in molti anni, una sconfitta che non voglio provare perché so esattamente come sono fatto e come la prenderei per tutti i lavori successivi!
Speriamo solo di ripartire in tempo per il gran finale!

4 commenti:

  1. Devo recuperare molte puntate predenti delle tue storie. Sarà il mio proposito settembrino. Sul blocco...mah, non so se sia giusto chiamarlo così, anche perché hai altre storie per le mani e quindi stai scrivendo. Forse è solo un momento di pausa. Forse è il momento di leggere o di creare una nuova storia. Vedrai che passerà presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madonna l'è benvenuta a seguitare puntate di racconto dello menestrello!
      Blocco di cotanto di colaziona l'è invero passato, giacché lo menestrello vostro non l'è proseguito oltre in lavoro suo [Come dici tu sto studiando non poco per l'ambientazione, ma sento una certa fiacca da un paio di mesi a questa parte].
      Lettura l'è 'rivata in principiar di Augusta mensilità, codesto menestrello s'appressa a principiar 'sìffatta istoria tant'attesa!

      Elimina
  2. Io non devo recuperare, io dovrei invece cominciare da zero a leggere le puntate dei tuoi racconti... ma con un poco di pazienza prometto di farlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Messere Karmico faccia come fosse in dimora sua! Codesto menestrello l'è onorato di vedere nova faccia a codesta corte :D

      Elimina