venerdì 20 aprile 2012

Le mille e una scuse

Dato che Mecenate ancora non ha deciso cosa scrivere e se continuare le sue pubblicazioni qui (avergli lasciato solo la tenda è stato come rubargli tutte le caramelle), questo venerdì penso io a fare una pubblicazione ironica, mi raccomando prendetela come una sorta di autocritica al segno dell'ironia!

Procastinare.
Si, quella parola che ha un significato quasi mistico e che tutti tendiamo a dimenticare quando spetta a noi procastinare gli impegni o le promesse che ci riguardano, posticipando ogni cosa grazie alla scusa più banale...
...come tutti dunque anche io ho la mia bella lista di cose e le mie puerili scuse, in primis però c'è un argomento principe di cui non voglio assolutamente parlare e che rimando più di ogni altra cosa: la ricerca dell'editore!
Praticamente ogni giorno il nostro caro Davide (userà la terza persona da ora in avanti), si alza e pensa che dovrà fare qualche telefonata per cercarsi un editore, ma...


...c'è molto da fare in ufficio e non riuscirà a trovare 5 minuti per una telefonata.
...non crede di aver trovato abbastanza editori da contattare, quindi farà una ricerca (qui c'è del maligno, compare addirittura una natura ricorsiva del fenomeno!)
...tanto non lo leggerà/valuterà nessuno.
...lo farà nel giorno di riposo.
...nessuno prende seriamente l'idea che scrivere serva a qualcosa.
...il manoscritto deve essere rivisto/corretto un'ultima volta.
...dovrebbe lasciar perdere e cercare di farsi una vita.
...trovare un sito dove poter avere consigli.
...sta male.
...deve trovare un altro lavoro.
...sta ancora aspettando il parere di un amico sullo scritto.
...dovrebbe riscrivere la sinossi perché quella che ha fa schifo.
...è in ritardo per la pubblicazione del blog/per il capitolo che si è ripromesso di finire questa settimana.
...deve andare a farsi i capelli.
...ha chiesto un parere da parte di qualcuno che gli mostra un minimo interesse.
...deve spiegare a chi ha espresso commenti negativi che il suo è un libro decente.
...sta scrivendo altro e non ha tempo!
...non vuole deprimersi nel vedersi rifiutato.
...ha sognato la sua insegnante di lettere che lo snobbava. (successo veramente, l'insegnante lo odiava perché andava sempre fuori tema.)
...gli fa troppo male la testa.
...ha il cellulare scarico/senza credito.
...gli si è rotto il backup dei dati (ne ho 7, senza contare il materiale lasciato alla SIAE).
...deve formattare il suo computer.
...deve formattare il computer di un altro.
...ha preso una sbronza apocalittica.
...gli hanno staccato il telefono.
...deve andare in trasferta.
...il cane gli ha mangiato il manoscritto.
...il Tartaro gli ha mangiato il manoscritto.
...la mappa non è abbastanza invecchiata.

C'è abbastanza materiale per continuare all'infinito, ma al momento Davide ...ha promesso che farà quel lavoro inderogabile prima di ogni altra cosa... quindi vi da appuntamento allo seguitante dì dello prode Mercurio!


Nessun commento:

Posta un commento